Home



Franco Russo Istruttore ISA
Stand up Paddle

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player


 

 

 

 

 

IL LEASH

 

Descrizione

Il leash, il cavetto di sicurezza da collegare alla tavola è un accessorio "storico"... in quanto deriva dall’uso che si faceva e tuttora si fà nel Surf da onda, primo sport da tavola in assoluto ad usare quest’elementare metodo per non perdersi la tavola durante session sulle onde.

Pertanto, proprio come in una tavola da surf da onda, la tavola da kite può essere dotata un leash per congiungerla o ad un piede del kitesurfer (con un sistema a velcro) o ad un attacco posto lateralmente al trapezio, evitando così in ogni situazione negativa di dover recuperare la tavola altrimenti portata via dalle onde, ma soprattutto, di farla finire contro altri Kiters o di peggio ancora perderla.

Il leash costituisce una buona sicurezza psicologica e aiuta molto durante la prima fase di apprendimento in quanto rende anche più facile l'insegnamento, dal momento che il maestro di Kite non deve più inseguire l’allievo che rincorre la tavola durante le lezioni a mare.
Se il principiante non riesce a partire o a ben bolinare, se perde la tavola, con l’uso del leash, la tavola sarà sempre vicina a lui senza far perdere tempo ed acqua.
Inoltre l’allievo può così indirizzare le sue attenzioni solo sulla gestione dell’ala trascurando la tavola trattenuta saldamente dal leash.
Il suo utilizzo non disturba il comportamento della tavola in condizioni di planata.
Il leash durante il suo uso è soggetto a notevoli sollecitazioni e quindi deve essere molto resistente.  Esistono diversi tipi di leash e con più lunghezze che vanno dal 1,20 mt a 2,80 mt.

 

Sicurezza

Ma l’uso del leash cela anche molti pericoli ed insidie che è bene conoscere e saper fronteggiare:

  • L’uso in condizioni di vento forte, diciamo oltre i 15 nodi, o di onda grossa o durante i salti, potrebbe trasformare la tavola in un proiettile rivolto verso di noi, causato proprio dal leash che diventa una fionda che ci spinge violentemente la tavola addosso .
  • In caso di caduta dell’ala in mare, la tavola potrebbe attorcigliarsi rovinosamente tra i cavi rendendoci difficoltoso il recupero dell’ala con la tecnica del rilancio, oppure ci potrebbe frenare durante la fatidica nuotata per allentare i cavi e far ribaltare l’ala per il rilancio.

È consigliabile, in caso di caduta dell’ala in acqua, o in altre situazioni, per facilitare il recupero dell’ala, di separarsi immediatamente dalla tavola, a tal proposito un quick release posizionato a portata di mano potrebbe facilitare le cose o almeno dotare il cavetto di  un sistema a moschettone in acciaio ad apertura rapida per uno sgancio veloce.


Il leash non va mai agganciato alla maniglia o alle straps in quanto diviene d’impaccio durante la navigazione ed inoltre durante le nuotate o camminate in acqua bassa si ingavona trascinando la tavola sott’acqua. È pure accaduto che, per effetto della trazione, o la maniglia o lo strap venissero strappati via dalle loro sedi.
La posizione ideale dove collegare il leash è, per quanto riguarda la tavola, alla sua estremità (tips), mentre l’altra parte va attaccata al trapezio in un apposito anello (vedi foto illustrative nell’articolo).
Evitate i sistemi allacciati alla caviglia, sono pericolosi e scomodi da raggiungere per essere tolti celermente.

In caso di uscite impegnative è sempre obbligatorio l’uso del caschetto e della muta o di un impact vest.

Tuttavia l’uso del leash va abbandonato, non appena si diventa padroni nella gestione dell’ala e si riesce a navigare con sicurezza.
Nel caso che si dovesse perdere la tavola, a seguito di un atterraggio maldestro dopo un salto o per altri motivi, il recupero della tavola va fatto con la tecnica del Body Drag.

Manutenzione

La manutenzione del leash è alquanto semplice e sbrigativa:  và lavato con acqua dolce; periodicamente occorre controllare la sua totale integrità ed il serraggio delle viti di collegamento  per evitare spiacevoli rotture e per non perderlo durante il suo utilizzo.

 

Alcuni modelli

Il RotoLeash

Il vantaggio di questo leash rispetto agli altri, è che quando stai navigando non ti da nessun fastidio, perché si riavvolge completamente. Nel momento in cui perdi la tavola, lui si srotola evitando che per il contraccolpo lei ti arrivi contro violentemente. Così, pian piano la tavola torna vicino a tè e tu puoi continuare tranquillamente a navigare.

 THE STANDARD REEL  RotoLeash                        

Modo d’impiego del RotoLeash

 Modello semplice con attacco a moschettone

 


Leash con un sistema quick release per sgancio rapido, rivestito in pvc.

 

  Leash con un sistema a velcro.


Particolare del sistema a velcro a cavigliera, che deve essere confortevole per non produrre abrasioni.

 

 Particolare dell’attacco alla caviglia


Maui Magic Aviator Coiled Leash 

Leash con cavetto a molla, molto resistente, completamente rivestito in pvc per garantire la massima resistenza e dotato di moschettone in acciaio ad apertura rapida.


 
Universal Leash Point - £9.99 Tipi di attacco sulla tavola

 


                   Tekkno Sport Kite Leash Board Ring

 

Fettuccia ad anello da collegare alle viti della pinna

 

 

dakinetabu:   Vista posteriore del trapezio con aggancio per il leash

 

 Particolare dell’attacco del leash al trapezio

 



WINDREPORT:

 

©2006 Kite-tecnica.it - Franco Russo
Web design by Mario Rubbino