Home



Franco Russo Istruttore ISA
Stand up Paddle

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player


 

 

 

 

Le Riparazioni

Premessa

Forature e strappi di piccola entità possono essere riparati facilmente, occorre munirsi del materiale necessario prima di cimentarsi nell’operazione che va fatta in luogo pianeggiante, asciutto e sicuro ed in assenza di vento. Per eventuali fori o strappi di grandi dimensioni rivolgetevi ad un centro specializzato.
In ogni caso non bisogna mai usare colle che induriscono come ad esempio l'Attak, perché con una piega si possono riaprire i fori, le migliori sono le colle morbide, ma che non sciolgono il lattice, come quelle normalmente in dotazione con il kite.

Materiale necessario

  • Bacinella di idonee dimensioni;
  • Sapone liquido;
  • Spugna;
  • Forbici;
  • Alcool;
  • Toppe autoadesive (generalmente fornite col kite);
  • Una panno per pulire la zona da incollare;
  • Colla per PVC (generalmente fornita col kite);
  • Pennarello;
  • Le linee del boma (oppure due cime lunghe 6/7 metri );
  • Borotalco;
  • Un pezzo di  bladder;
  • Pennello.

Riparazione del Canopy

Il materiale del kite, il canopy, può essere cucito a mano o macchina. Si possono usare gli stessi fili che si usano per costruirlo. Procuriamoci il filo di nylon del colore giusto ed un ago da velaio, cuciamo a mano lo strappo a zig zag e poi mettiamo sopra una toppa dello stesso materiale. La toppa si può cucire solamente, o incollare e poi cucire a seconda del punto e delle dimensioni. Per piccoli strappi si può usare il nastro adesivo in dacron con un lato adesivo. Lo strappo deve essere al massimo di quindici centimetri circa. Con il nastro adesivo puoi effettuare piccole riparazioni come piccoli strappi oppure piccoli buchi, oppure lo puoi utilizzare per rinforzare riparazioni più grandi effettuate prima.

Procdura con nastro adesivo:

Pulire bene la zona della riparazione, tagliare due pezzi di tessuto adesivo della stessa misura e sufficientemente grandi da coprire lo strappo (ma senza esagerare). Applicare il tessuto prima da una parte e poi dall’altra della vela, facendo attenzione che aderisca perfettamente e senza bolle di aria sotto, per far meglio pressione mettere sotto l’ala un giornale che faccia da cuscino mentre si preme bene il tessuto adesivo.

 

Riparazione delle linee, il Dynema

Se una linea si strappa per l'usura o sia allunga, Possiamo tagliarle tutte alla stessa misura, e ringuainarle in modo da avere la stessa lunghezza senza ricomprare i cavi. Un metro di differenza sulla lunghezza delle linee non da differenze di guida. Bisogna procedere con molta pazienza, provare le lunghezze e poi cucire le guaine. Si possono anche fare nodi invece di cucire, ma devono essere fatti con tutta la guaina. È possibile sostituire la linea con altra ma occorre rispettare la lunghezza ed il tipo di dynema usato.

Replacement Kiteboarding Bridle Line : Dyneema

Riparazione del Bladder

La foratura può essere causata:

  • Da un eccessivo gonfiaggio;
  • Forte impatto con il terreno;
  • Urti con  corpi appuntiti  presenti  sul terreno;
  • Corpi estranei entrati nel tubolare attraverso il  tubo della  pompa  durante  il  gonfiaggio.

La procedura:

Individuare una zona libera da asperità sul terreno ben pianeggiante con assenza di  vento;

Aprire il velcro posto alle estremità della Leading Edge, estrarre il bladder e collegargli una linea del boma mediante il nodo a bocca di lupo, effettuare tale operazione su entrambe i lati del tubolare (non stringere troppo la linea);


Spingere la/le valvole di gonfiaggio/sgonfiaggio all’interno del tubolare con delicatezza avendo cura di togliere il velcro di sicurezza ed il tappino prima di tale operazione;

Qualora siate in possesso di ala “One Pump” è necessario scollegare i tubicini di collegamento
strut/Leading Edge dalla parte dello strut, in modo che rimangano sul bladder, questi poi verranno serrati mediante la clamps di chiusura;

Facendo tenere teso il kite da un assistente, posizionato alle estremità del kite, iniziate a sfilare il tubolare piano piano stando molto attenti a non danneggiarlo nel farlo uscire dalla tasca centrale del tubolare (tasca con cerniera o velcro );

Effettuare tale operazione da entrambi i lati, adagiando, durante questa fase, il tubolare su  una zona pulita, possibilmente  sul  kite  stesso;

Una volta sfilato il tubolare toglietegli le linee lasciandole inserite dentro il kite, vi serviranno dopo per rimetterlo dentro;

Gonfiate il bladder tanto da poterlo maneggiare ed immergetelo un po’alla volta nella bacinella piena d’acqua per rilevare i fori presenti (uscita di aria);

Segnate il foro con il pennarello, asciugate la zona con il panno, pulitela con dell’alcool attendete che la zona si asciughi ed applicate la toppa autoadesiva.

 

Nel caso vogliate usare un pezzo di bladder vecchio ritagliatelo bene arrotondando i lati, pulitelo con dell’alcool, cospargetelo della stessa colla che metterete poi sul tubolare, attendete 5/10 minuti, sovrapponete  in maniera omogenea le due parti tra di loro facendo pressione su tutta la superficie  da incollare. Attendete una ventina di minuti e rigonfiate, senza esagerare, per testare se le  parti sono a tenuta, immergendolo nuovamente nell’acqua.

A repaired bladder

Quando avete terminato tenete in pressione il tubolare per 30 minuti per essere sicuri di aver individuato e riparato tutti i fori presenti;

Asciugate bene con il panno il tubolare e guardando in trasparenza accertatevi che dentro non vi siano corpi estranei, eventualmente fateli uscire dalla valvola de-flate che più grande;

Cospargetelo di borotalco per facilitare l’introduzione nella Leading Edge.

Disponetelo ben piegato una parte del tubolare al centro del kite, con il nodo a bocca di lupo collegate la linea all’estremità del tubolare (non stringete troppo la linea) e mentre un assistente tira la linea dalla parte del kite che desiderate introdurre, voi distendete il tubolare con le mani facendo in modo che si disponga per bene all’interno del kite senza fare pieghe o strozzature, effettuate poi tale operazione anche dall’altra parte, una volta introdotto tutto il tubolare scollegate le linee, ripiegate le estremità del kite, sistematele bene e  chiudete  il velcro, mettete  la valvola di gonfiaggio/sgonfiaggio nella sua sede verificando che non sia storta e procedete a gonfiare il kite lentamente coadiuvato da due assistenti che tengono teso tutto l’aquilone dalle  estremità affinché il tubolare si possa disporre  bene all’interno del kite man mano che gonfiate, a questo punto non gonfiatelo del tutto ma di tanto in tanto fermativi a pompare aria verificando che il tubolare sia ben disteso e che non abbia assunto posizioni tali da danneggiarsi durante il gonfiaggio o peggio ancora esplodere a gonfiaggio ultimato.

Per le ali “One Pump” ricordatevi di rimettere i tubicini nelle loro sedi e di fissarle con le fascette da cablaggio.


Quando siete sicuri di tutto ciò completate il gonfiaggio  ed attendete  30/40 minuti per vedere se e’ stato tutto ben fatto altrimenti ripetete passo passo la procedura della sistemazione del tubolare all’interno del kite.

Riparazione della valvola del Bladder

 

Se il kite si sgonfia a causa di una valvola che perde aria dalla sua base il problema è ora risolto grazie ai kit di riparazione che consentono di riapplicare la valvola.
La procedura è uguale a quella su descritta, con l’eccezione che si sostituisce la valvola. Ciò è possibile sia sulla Leading Edge che sugli stut.

 

 



WINDREPORT:

 

©2006 Kite-tecnica.it - Franco Russo
Web design by Mario Rubbino