Home



Franco Russo Istruttore ISA
Stand up Paddle

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player


 

 

 

 

I Numeri del Kitesurf
(La matematica non è un opinione!)

http://demathematica.files.wordpress.com/2007/11/matematica.jpg

Ore di volo

La vita massima di un kite oscilla tra le 350 e le 500 ore di volo, ivi comprese le ore passate in spiaggia al sole a drappeggiare.

Le linee

Le linee sono di Nylon, più precisamente in Dyneema o Spectra, con un carico di rottura che può variare da 160 a 250/290 Kg, e con sezioni da 1,3 a 1,7 mm. Le linee si collegano al boma mediante delle estensioni di cima di diametro maggiore (4 o 5 mm) e lunghezza da 1 ai 2 metri, le prelinee. La lunghezza media delle linee è di circa 20/27 metri.

Cabrinha 1m Extensions for Bar Modification (2)

Bow bar

La barra dei bow kite di solito hanno una linea di centro (il cinghietto del de-power) di 60 cm circa di lunghezza.  

http://img.nauticexpo.it/images_ne/photo-g/barra-di-kitesurf-152672.jpg

Sistema della 5° linea

La quinta linea di solito è dai 2 ai 3 metri più lunga di una front-line, se consideriamo tutte le connessioni possiamo arrivare ad una differenza di 3-4 metri.

http://www.surftribe.it/img_appoggio/foto-3-kitesurf-la-quinta-linea-2010-4147.jpg

La barra

E’ lunga circa 40/70 cm. ed è ricoperta con un grip morbido che ne favorisce la presa.

http://www.bestwind.com/kitesurf/foto/boma/BarraCarbo.jpg

Leash per l'ala

Il leash per l'ala da kite è elasticizzato e molto resistente. Deve essere dotato di quick release.
La lunghezza del leash va da un 95/130 cm in posizione normale con una lunghezza in trazione 140/200 cm. Carico di rottura 200/250 Kg.

Mystic Handlepass Leash Foam '10 - Clicca l'immagine per chiudere

Le tavole, numeri utili

Tipi
Le Bidirezionali, chiamate anche Twin Tip, sono molto maneggevoli di dimensioni contenute da 123 a 160 cm per una larghezza da 35 a 45 cm.
Le Direzionali sono lunghe tra i 140 cm e i 165 cm per una larghezza dai 35 cm ai 45 cm.

Pinnette
Misure: per piccole si intendono dimensioni all’ordine di 2,5 – 3,5 Cm, medie da 4 a 6 Cm, grandi oltre questo valore.

http://goldenboard.free.fr/aileron6cm-35.jpg

Il Passo-Stance
Il passo (stance) è la posizione dei piedi sulla tavola.
Nelle tavole da kite è fissato tra 40-50cm.
Ogni tavola da kitesurf  ha due posizioni di boccole che permettono di scegliere il passo ovvero la distanza tra gli attacchi più adatta alla propria altezza e al proprio stile.
S - Passo Stretto
L - Passo Largo

Flexifoil Stance Selector

L’angolazione
L'angolazione con cui montare i pads/strap sulla tavola deve essere tra i 15 e i 21 gradi rispetto al bordo della tavola, naturalmente con una posizione duck stance (piedi a papera), cioè con le punte dei piedi divergenti.
I Pads/straps devono essere centrati sulla tavola in modo che distino in modo uguale dalle sue   estremità.  Il tallone dovrà distare dal bordo della tavola tra 2,5 - 5 cm.

Il Quick Release del Chicken loop

Dopo circa 250 ore di navigazione è consigliabile la sostituzione del quick release, questi sono disegnati e sviluppati per rider di peso medio di 80 kg.
Il Chicken Loop e il Finger devono essere controllati ad  intervalli che dipendono dal peso del rider:

  • Sotto i 75 Kg di peso corporeo, dopo 30 giorni di uso.
  • Sopra i 75 Kg di peso corporeo, dopo 20 giorni di uso.


    http://www.brackleshamboardriders.co.uk/images/IHIII2010_333x323.png

Le misure del Kite

Il profilo alare è la sezione dell’ala tagliata longitudinalmente, da davanti a dietro.

La corda alare è una linea immaginaria che collega il bordo d’entrata con il bordo d’uscita.

L’ apertura alare è la distanza in metri tra le due estremità laterali dell’ala.

L’Aspect Ratio è il rapporto tra la larghezza e l'altezza di un kite, o più precisamente è dato dal rapporto tra l’apertura alare elevata la quadrato e l’area del kite stesso:
A.R. = Lunghezza² / Superficie
La superficie reale è la misura in metri quadrati dell’ala quando tutta la sua superficie appoggia su un piano; in un kite equivale alla superficie dell’ala sgonfia appoggiata a terra.

Misurando in metri quadrati la superficie alare, si parte da circa 1,5 mq per gli aquiloni da scuola e da training sulla spiaggia, fino ad arrivare a quelli da 23,5 mq.

Superficie proiettata è la misura in metri quadrati dell’ombra che il kite gonfio in assetto di volo
proietterebbe su un piano parallelo avendo il sole perfettamente perpendicolare.

Unità di misura

Il miglio è l'unita' di misura delle distanze ed equivalente a 1852 metri.
Il nodo è l'unita' di misura della velocità e corrisponde alla distanza di 1 miglio percorsa in un'ora.
Un piede corrisponde a 30.48 centimetri.
Un pollice corrisponde a 2.54 centimetri.

Le unità di misura del vento:

kn

= Knoz = nodi

Km/h

= Kilometri orari

m/s

= Metri al secondo

Bft.

= Beaufort

Pressioni

La pressione di gonfiaggio delle moderne ali da kite è 5-7 PSI, dipende dai dati forniti dalla casa costruttrice. Le pompe sono dotate di manometro con misurazione in PSI.
PSI = Pounds Square Inch, è l’unità di misura della pressione, libbre per pollice quadro, 1 PSI = 68.9 mbar, il millibar è il sottomultiplo del bar.

http://www.atbshop.co.uk/images/ozone/ozone_kite_pump_i.jpg

La Portanza, perchè vola il Kite

La Portanza (spesso abbreviata con la lettera L, dalla lingua inglese lift) è la componente perpendicolare al moto della forza aerodinamica che agisce su un corpo immerso in un fluido come ad esempio un kite in volo.
La Portanza si calcola con la formula generale:  P = Cp x S x 1/2 Ro x V2
Dove:
Cp = Coefficiente di Portanza
S = Superficie
Ro = Densità dell'aria
V = Velocità

http://www.renatoc.it/Vela/Teoria/ld2.gif

Distanze di Sicurezza

La pratica del Kitesurf è consentita ad una distanza non inferiore ai 500 metri dalla battigia e 200 metri dalla costa.
Si può navigare entro 1 miglio dalla costa, metri 1852.
Si può navigare a non meno di i 500 metri dall’imboccatura dei porti.
Un pallone rosso con striscia bianca segnala la presenza del sub e quindi occorre mantenersi ad una  distanza di 100 metri dalla "boa-segna sub".
Per poter saltare, un rider deve avere una zona libera e sicura di 50 metri sottovento e 30 metri
sopravento.
Non saltare o fare transazioni/manovre mai a meno di 50 metri dalla riva.

Le date storiche

Le prime apparizioni di questo sport risalgono al 1983 quando, occasionalmente, in acque australiane, sconosciuti individui si lasciavano trainare dal vento usando rudimentali aquiloni e sci nautici ai piedi.
Nel 1985 un francese di nome Bruno Le Gaignoux, inventore del brevetto Wipika, applicò dei primi sistemi galleggianti su un’ala da trazione per renderla adatta il più possibile alla navigazione.
Nel 1999 la vera rivoluzione e il "boom" di questo sport con l'interesse di aziende che iniziano a credere in questo sport con un esponenziale commercializzazione e sviluppo del kitesurf.

Wind Range

Tabella indicativa per l’impiego dell’ala in funzione della forza del vento per un rider di 75kg.

Misura Kite

Range di vento in nodi

6.0 mt

18 - 38

7.0 mt

17 - 36

8.0 mt

16 - 34

9.0 mt

15 - 32

10 mt

14 - 30

11 mt

13 - 28

12 mt

12 - 26

14 mt

11 - 24

16 mt

10 - 21

La Muta

Lo strato di neoprene è solitamente più spesso sul busto e più sottile su maniche e gambe, e viene indicato con dei numeri che rappresentano i millimetri di spessore: una muta 5/3 ha quindi 5 mm di neoprene su pancia e schiena, 3 mm su gambe e braccia.

Età

Le Ordinanze delle Capitanerie di Porto dispongono che la pratica del Kitesurf  è consentita a coloro i quali abbiano compiuto i 14 anni di età.

Il Vento

Per quanto riguarda l'intensità del vento, normalmente si naviga a partire dai 10/12 nodi. Per quanto riguarda il vento forte, di solito si considerano i 25 nodi come limite massimo per un kiter non ancora esperto. Un kiter esperto può navigare dai 25 ai 35 nodi.

La Scala Beaufort
La scala Beaufort misura la velocità del vento ad una altezza di 10 metri su terreno piatto. La velocità viene espressa in km/h e viene riportata nella scala di Beaufort, che deriva il nome dall'ammiraglio britannico Francis Beaufort (Navam 1774-1857). L’Ammiraglio Beaufort nel 1806 propose una scala per classificare la forza del vento in 13 gradi, in 13 livelli.

GRADO

VELOCITÀ KM/H

TIPO DI VENTO

NODI

CONDIZIONI AMBIENTALI

VELOCITÀ M/S

0

0-1

calma

0-1

Il fumo ascende verticalmente; il mare è uno specchio.

< 0.3

1

1-5

bava di vento

1-3

Il vento devia il fumo; increspature dell'acqua.

0.3-1.5

2

6-11

brezza leggera

4-6

Le foglie si muovono; onde piccole ma evidenti.

1.6-3.3

3

12-19

brezza

7-10

Foglie e rametti costantemente agitati; piccole onde, creste che cominciano ad infrangersi.

3.4-5.4

4

20-28

brezza vivace

11-16

Il vento solleva polvere,foglie secche,i rami sono agitati; piccole onde che diventano più lunghe.

5.5-7.9

5

29-38

brezza tesa

17-21

Oscillano gli arbusti con foglie; si formano piccole onde nelle acque interne; onde moderate allungate.

8-10.7

6

39-49

vento fresco

22-27

Grandi rami agitati, sibili tra i fili telegrafici; si formano marosi con creste di schiuma bianca, e spruzzi.

10.8-13.8

7

50-61

vento forte

28-33

Interi alberi agitati, difficoltà a camminare contro vento; il mare è grosso, la schiuma comincia ad essere sfilacciata in scie.

13.9-17.1

8

62-74

burrasca moderata

34-40

Rami spezzati, camminare contro vento è impossibile; marosi di altezza media e più allungati, dalle creste si distaccano turbini di spruzzi.

17.2-20.7

9

75-88

burrasca forte

41-47

Camini e tegole asportati; grosse ondate, spesse scie di schiuma e spruzzi, sollevate dal vento, riducono la visibilità.

20.8-24.4

10

89-102

tempesta

48-55

Rara in terraferma, alberi sradicati, gravi danni alle abitazioni; enormi ondate con lunghe creste a pennacchio.

24.5-28.4

11

103-117

fortunale

56-63

Raro, gravissime devastazioni; onde enormi ed alte, che possono nascondere navi di media stazza; ridotta visibilità.

28.5-32.6

12

oltre 118

uragano

64 +

Distruzione di edifici, manufatti, ecc.; in mare la schiuma e gli spruzzi riducono assai la visibilità.

32.7 +

La zona di pericolo, misure orientative
Alzate il kite in spazi molto ampi, almeno 50 metri a dx / sx, 80 metri di fronte a voi e senza ostacoli.
Assicuratevi che un semicerchio di 100 mt. sottovento da entrambe le parti della vostra posizione di volo sia libero da gente e ostruzioni.

Record
Velocità sulla base misurata dei 500 metri:

  • Nodi 50.98 (93.5 Km/h) -- Alex Caizergues -- Francia -- 26/11/2009.

Hang Time:

  • Record Nazionale stabilito nel 2006 da Max Di Cicco  con 9,7 secondi.
  • Record Mondiale stabilito  nel 2007 da Jesse Richman con  22 secondi.

I corridoi di atterraggio (o di lancio)

Nella zona di mare prioritariamente destinata alla balneazione, l’atterraggio e la partenza dei kitesurf deve avvenire obbligatoriamente all’interno di appositi corridoi di atterraggio aventi le seguenti caratteristiche:
a) Larghezza: fronte a spiaggia minimo 30 mt. ad allargarsi fino ad una ampiezza di mt. 80 ad una distanza dalla costa di mt. 100;
b) Devono essere delimitati lateralmente fino alla distanza di 250 mt. dalla spiaggia da due linee di boe di colore arancione ad una distanza massima di mt. 20 l’una dall’altra;
c) I corpi morti delle boe costituenti le predette linee devono essere collegati fra loro sul fondo mediante una cima non galleggiante;
d) Per agevolare l’individuazione dei corridoi di rientro in spiaggia l’ultimo gavitello esterno (destro e sinistro) posto al limite della linea dei 250 mt. deve essere di colore arancione ed avente un diametro di 80 cm.

2007730_1449_Immagine

 



WINDREPORT:

 

©2006 Kite-tecnica.it - Franco Russo
Web design by Mario Rubbino