Home



Franco Russo Istruttore ISA
Stand up Paddle

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player


 

 

 

 

 

GLOSSARIO DEL KITESURFING

J K
U
V
W X Y

Glossario dei termini tecnici del kitesurf by Franco Russo

A

Airtime: Il tempo trascorso in aria durante un salto.
Andatura: Direzione mantenuta durante la planata in relazione al vento reale.
AOA, Angle of Attack: Conosciuto anche come angolo di incidenza (AOI) è l'angolo con cui l'aquilone vola rispetto al vento. Aumentare l'AOA generalmente fornisce più sollevamento.
AOI, Angle of Incidence: Angolo che assume l'aquilone rispetto alla direzione del vento.
Apparent wind, AW: Il vento sentito dall'aquilone o dal navigatore che passa nel vento stesso. Per esempio, se il vento vero sta soffiando da nord a 10 nodi e l'aquilone si sta movendo verso ovest a 10 nodi, il vento apparente sull'aquilone sarà di circa 14 nodi da Nord Ovest. La direzione del vento apparente si sposta in direzione del senso di moto in funzione della velocità.
AR, Aspect Ratio: Coefficiente d’allungamento = rapporto fra lunghezza massima (apertura alare) e larghezza (profondità) massima. Insieme alla superfice velica definisce dimensioni e forma dell’ala. Gli aquiloni possono avere alto aspect ratio o basso aspect ratio.

B

Back Line: Cavi che vincolano le estremità del bordo d’uscita alle estremità della barra.
Back Loop: Una figura del kitesurfing nella quale il kiter ruota all'indietro (inizia girando la propria schiena verso l'aquilone) mentre lancia i suoi piedi sopra il livello della sua testa.
Back Roll: Come il back loop ma senza portare i piedi in alto allo stesso livello.
Batten: Un bastoncino di carbonio da infilare in una tasca per dare rigidità o forma ad un' aquilone.
Beam reach: Navigare in una direzione a 90° rispetto al vento (andatura al traverso). Questa andatura è genericamente quella più veloce.
Bear Away / Bear Off: Cambiare la vostra direzione di movimento verso una direzione più sottovento.
Beaufort: Scala della forza del vento da 0 a 12. Nominata così dopo che l'Ammiraglio inglese, Francis Beaufort, la inventò. Forza 0 =  nessun vento, Forza 12 = uragano.
Bladder: Una camera d'aria gonfiabile che viene usata per dare all'aquilone forma e galleggiabilità. Va gonfiata a mano prima dell'uso dell'aquilone.
Blindside: Andare rivolti indietro rispetto al normale orientamento in modo da non guardare all'opposto della direzione in cui state andando con la tavola sul bordo dalla parte dei vostri pollici.
Board Leash: Un laccio od una fune che collega il kiter alla tavola e che serve per tenere la tavola stessa vicino al kiter quando è in acqua, tipo surf da onda.
Body Dragging:  Movimento didattico durante il quale il Kiter fa  volare il kite trovandosi in acqua ma senza tavola, facendosi trascinare e praticando il volo del kite, il rilancio dall’acqua e le tecniche di salvataggio senza aiuto.
Bolina : Andatura compresa tra 45 e 90°rispetto al vento, nella quale si cerca di dirigersi più possibile verso la direzione da cui proviene il vento, tenendo un'andatura che fa un angolo più o meno stretto rispetto ad essa.
Boma: Barra in alluminio o in carbonio cui è fissata l'ala tramite cavi, serve per pilotare
Bone: Una figura nella quale sfilate le vostre gambe tenendole tese. Un "boned out grab" è quando avete una o tutte e due le gambe raddrizzate con i piedi fuori dagli straps mentre tenete la tavola con le mani.
Boom: Un altro nome per indicare la barra di controllo.
Bordo : Termine che indica sia un lato di un'imbarcazione o tavola, specie rispetto al vento (es. bordo sottovento), sia un tratto di andatura di bolina a zig-zag che si fa per risalire li vento.
Bordo Finestra: Posizione dell’ala che minimizza la potenza del vento. In questa posizione si fa atterrare e decollare l’ala.
Bridle: Linee che formano la giunzione tra le linee di volo e la velatura dell'aquilone. Un aquilone foil ha un sistema di briglie molto complesso, mentre gli aquiloni gonfiabili generalmente hanno sistemi di briglie più semplici. alcune volte le briglie sono chiamate "shroud lines". Presenti anche nelle ali Bow.
Broad reach: Navigare in una sottovento. Questo tipo di navigazione è verso un punto che si trova tra il traverso e l'andatura di poppa.
Buco di Vento: Termine che descrive un momento in cui il vento perde intensità, per qualsiasi periodo di tempo. Descrive anche il completo depotenziamento del kite.
Buggying: Usare la potenza dell'aquilone per tirare un piccolo veicolo terrestre a tre ruote (buggy).
l'ala. Ha una lunghezza che varia in funzione delle dimensioni dell’ala tra i 40 e i 70cm.

C

Cable Park: Un luogo dove praticare il wakeboarding tirati da un cavo anziché da una barca. Un cable park è un posto dove cavi meccanici tirano il rider che sta in acqua.
Cabrina: Un costruttore o aquiloni gonfiabili.
Camber: La curvatura di un oggetto simile ad una velo od a un aquilone usato generalmente quando si fa riferimento alle sue proprietà aerodinamiche.
Carbonio: Fibra molto resistente, dalle altissime prestazioni.
Carena : Parte inferiore o fondo della tavola e di ogni imbarcazione, in particolare riferito a quella parte che è in contatto con l'acqua in navigazione.
Cassoni (Foils): Tubi di tessuto cuciti entro cui passa il vento per far gonfiare le ali autogonfiabili dette anche “a cassoni”.
Cazzare: Tirare la vela verso di noi, in pratica stringere; anche di tensionare bene una scotta o cima. Sinonimo di tirare, tesare.
Cell: Cella, un aquilone parafoil è costituito da una serie di compartimenti  disposti per costola, longitudinali all'ala, chiamati celle, si riempiono d’aria.
Channels: Letteralmente canali, solchi paralleli talvolta posizionati sulla parte anteriore del fondo della tavola, per dare direzionalità nelle manovre all'indietro in particolare nel freestyle.
Chicken loop, trim loop: Sistema (De-power trin/front lines) posto al centro della barra di controllo che è attaccato alle due linee frontali dell'aquilone.  Tirarlo/rilasciarlo permette di di ridurre la AOL dell'aquilone e di togliergli potenza.
Chord: La misura dell'aquilone dal bordo di attacco a quello di uscita dell'ala.
Close hauled: Navigare in direzione più vicina possibile a quella di provenienza del vento (bolina stretta).
Close reach: Navigare in una direzione verso il vento ma non in bolina stretta (bolina larga).
Closed cell: Un tipo di aquiloni che hanno un certo numero di ingressi di aria nell'ala ed un sistema di valvole che ne previene la fuoriuscita specialmente dopo una caduta. Questo tipo di aquiloni sono chiamati closed cell foil.
Coefficient of lift, CL: La misura di quanto è la trazione di un aquilone rispetto alla dimensione della proiezione della sua superficie.
Concavo: Costruzione della tavola con fondo non perfettamente piatto ma dotato di una o più concavità per aiutare la planata.
Connessioni Facilitate: Codificate per colore e con nodi e asole dedicate . Impossibile sbagliare le connessioni dei cavi al kite.
Control bar: Altro nome del boma.
Coperta: Parte superiore della tavola e di ogni imbarcazione.
Cross Venting: Fori all'interno delle celle che permettono il passaggio dell'aria tra una cella e quella affiancata.

D

Dacron: Tessuto leggero e resistente con cui si costruiscono gli aquiloni.
Deadman: Una figura nella quale il kiter rimane agganciato sotto sopra durante un salto, lasciando andare la barra di controllo, con le braccia rivolte verso il basso.
De-power: Dispositivo realizzato generalmente con un sistema di cavi con strozzascotte o cinghie
scorrevoli tra di loro, che permette, allontanando o avvicinando il boma al corpo, di togliere o dare
potenza all’ala e di regolare l’incidenza dell’ala in navigazione. È utilizzabile solamente sui kites dotati di 4 cavi. Agisce sulle Front Line.
Direct-Connect: I kites oggi, sono pronti per volare appena tolti dalla sacca. Non hanno barre da montare, solo connettere le linee al kite e tutto è pronto.
Directional: Una tavola da kitesurf che sembra una piccola tavola da windsurfer o da surf con i footstraps. Una tavola direzionale generalmente ha 2 footstraps. Ha prestazioni migliori in una unica direzione ed ha una punta ed una coda ben definiti. Una direzionale è tipicamente lunga da 150 a  180 cm circa.
Downwind: La direzione verso cui il vento sta soffiando, sottovento, opposto al controvento.
Drag: Trascinamento, la resistenza al movimento.
Drift: Deriva, il movimento laterale causato dall'azione del vento sull'aquilone.
Dual Line, 2 Line: Aquilone che vola usando 2 linee di uguale lunghezza che consentono di far girare l'aquilone stesso a destra od a sinistra, non consentono di depotenziare il kite in navigazione.
Dyneema®: Conosciuto anche come Spectra. E' il materiale standard usato per le linee di volo. E' scivoloso e consente molti avvitamenti delle linee senza perdere il controllo dell'aquilone, è molto resistente alla trazione.

E

Edge: Bordo, inclinare la tavola su un lato e muoversi tenendola inclinata. Usata per controllare la direzione del moto. Per risalire il vento, la tavola va inclinata molto. Anche sciatori e snowboarders utilizzano questa "inclinazione" per girare.
Epoxy: Tipo di resina epossidica, utilizzata nel rivestimento di tavole da Kitesurf. Più elastica della resina poliestere, e dunque più resistente consentendo maggiori sollecitazioni.
Estradosso: Lato dell’ala nascosta alla vista del pilota quando vola, parte superiore dell’ala.
Eye of the wind: La direzione da cui sta soffiando il vento.

F

Fin: Termine inglese che indica pinne e pinnette. È un appendice di materiale rigido di solito carbonio o G10 posto sotto la kiteboard che serve a guidare la tavola in avanti nel senso della sua lunghezza. Le kiteboards hanno generalmente 4 o più derive.
Finestra di Volo: Spazio aereo dove l'ala vola regolarmente perché investita dal vento in modo giusto. E’ costituito grossomodo dalla superfice di un quarto di sfera avente per centro il pilota e per raggio la lunghezza dei cavi.
Flex: È il grado di rigidità di una tavola da kite.
Flexifoil: Un costruttore di aquiloni foil.
Flying lines: Linee di volo, le linee principali tra l'aquilone ed il kitesurfer, generalmente realizzate in Spectra. Le linee frontali, linee di potenza, linee principali, o linee superiori sono le linee che portano agli attacchi anteriori dell'aquilone (sul bordo di attacco dell'ala). Linee addizionali possono essere usate con linee dei freni o di regolazione.
Foil kite: Un aquilone del tipo soft che è costituito da un insieme di celle riempite di aria. I foils raggiungono la loro forma per gonfiaggio con il vento, quindi non hanno una struttura rigida.
Footstraps: Cinghie usate per tenere i piedi fermi sulla tavola.
Front Line: Cavi che vincolano le estremità del bordo d’entrata al depower e poi
attraverso un foro nel centro del boma al trapezio del kiter.
Front Loop: Una figura del kitesurfing nella quale il kiter ruota in avanti (inizia girandosi dalla direzione d’andatura) mentre si lanciano i piedi al di sopra della testa.
Front Roll: Come il front loop ma senza portare i piedi così in alto.

 G

Grab: Una figura in aria, il kiter si abbassa e prende la tavola con le mani. Ci sono molti tipi differenti di grabs.
Grip: Rivestimento morbido e prensile del boma, serve a rendere più salda e comoda la
presa. Termine utilizzato anche per indicare la presa, per esempio, di spigolo della tavola nell’acqua.
Gybe (or jibe): Strambare, cambiare direzione girando sottovento e continuando a girare fino a che non si sta andando nella direzione opposta.
G 10: Particolare materiale composito (vetroresina stratificata e pressata) usato per la costruzione delle pinnette.

H

Handle Pass: Una figura in cui la barra di controllo è passata da una mano all'altra dietro alle spalle del kiter.
Handles: È la maniglia posta al centro della tavola, serve per il trasporto ma anche per le figure aeree.
Hangtime, Airtime: La quantità di tempo di permanenza in aria durante un salto.
Hard rails, soft rails: Binario duro e morbido (nel senso di guida della tavola), più è arrotondato il bordo della tavola più si dice che il binario è morbido. Un binario duro indica un bordo affilato e consente traiettorie più precise ed una miglior risalita del vento.
Harness: In  italiano trapezio, imbracatura; viene indossato dal kitesurfer intorno alla vita. Presenta un gancio sul davanti. La barra di controllo dell'aquilone ha un anello, il chicken loop, che infilato nel gancio dell'imbracatura consente a questa di prendersi tutta la potenza dell'aquilone. Sono dotati di maniglia posteriore.
Heelside: È il lato della tavola verso il quale avete il calcagno (opposto al toeside, il lato dove avete il pollice). E' normale usare la tavola con i calcagni verso il basso e gli alluci in alto.
Hooked in: Connettere la barra di controllo all'imbracatura.

I

Indie: È è un tipo di grab in cui il kiter, durante un salto, afferra con la mano dietro, rispetto al senso di marcia, il bordo della tavola davanti al suo piede posteriore.
Inflatable: Un aquilone con una camera d'aria che va gonfiata a mano prima del volo.. Questi aquiloni usano una camera d'aria interna sul bordo di attacco dell'ala, il bladder   e longitudinali, gli strut. Quando la camera d'aria è gonfiata usando una pompa rigida, l'aquilone prende lasua forma.
Intradosso: Lato dell’ala visto dal pilota mentre vola. E’ il lato sul quale sono poste le valvole per il gonfiaggio dei bladders.

J

Jibe (or gybe): Strambare, cambiare la direzione girando sottovento.

K

Kevlar: Una forte fibra sintetica usata talvolta per le linee di volo.
Kite: Letteralmente aquilone.
Kite Leash: Un laccio od una cimetta che connette il kiter all'aquilone, viene usata per impedire che l'aquilone voli via quando ci si scollega, per qualsiasi motivo, alla barra di controllo.
Kite loop: Quando l'aquilone in cielo è fatto ruotare di 360. Un kiteloop può essere orario ed antiorario.
Kitesaver Stip: Rinforzano e proteggono la Leading edge (bordo d'attacco) dall'usura e da possibili strappi.
Kiter: Colui che pratica il kitesurf.
Knot: Nodo, velocità di un miglio nautico all'ora. E' pari a 1,852 Km/h o 1.15 mph.

L

Larks head: Bocca di lupo, nodo usato per attaccare le linee di volo.
Lascare: Opposto di cazzare.
Lasco: Andatura nella quale si viaggia con un angolo superiore a 90° rispetto alla direzione di provenienza del vento, allontanandosi un pò da essa, oppure di una cima non tesa o cazzata.
Lay line: Una linea immaginaria sulla quale potete navigare direttamente sul vostro bersaglio senza fare bordi.
Leading edge, LE: È il bordo di attacco dell'ala, il lato dell'aquilone rivolto verso il vento, il lato in avanti che è incontrato per primo dal vento.
Leash: Cima elastica con cui si assicura l’ala o la tavola al kiter.
Leeward. Andare sottovento, la direzione che si allontana dal vento. Opposto al windward.
Lift: Durante il volo, un aquilone genera sollevamento o forza verso l'alto come l'ala di un aereo. Il sollevamento è proporzionale al quadrato del vento apparente.
Lift: Pressione verso l'alto che il vento esercita sull'aquilone.
Linee: I cavi che collegano l’ala al boma.
Il materiale più utilizzato è il dyneema. La lunghezza varia tra i 15 e i 30 mt. A parità di ala: cavo lungo = più potenza ,cavo corto = più
rapidità di risposta al comando.
Line Set (lines): Le linee che vengono usate per controllare l'aquilone.
Luff: Caduta per stallo, un aquilone stalla quando stalla il flusso di aria, l'aquilone stalla e cade.

 M

Mura: Lato di una barca a vela e di una tavola rispetto al posizionamento della vela, dicesi mura a dritta per esempio il lato destro e in quel caso la vela sarà sottovento e posizionata sul lato sinistro.
Mure a dritta/sinistra: Si naviga mure a dritta quando si ha il vento a destra e viceversa.

N

Naish: Un costruttore di aquiloni gonfiabili delle Hawaii. Robby Naish è un windsurfer leggendario ed uno dei primi  kitesurfer.
Nautical Mile:  La distanza in mare è misurata in miglia nautiche, 1 miglio è 1852 m, 6067 piedi, o 1.15 miglia terrestri. In mare la misura delle velocità è fatta in nodi ovvero: miglia nautiche percorse in una ora.
Neoprene: Tessuto composto di gomma morbida, con cui si confezionano come antibreak e imbottitura delle straps. È  ampiamente utilizzato per la costruzione delle mute grazie alle sue doti di isolamento termico, elasticità e morbidezza.
Nodi: Misurazione della velocità del vento, che si riferisce al numero di unità di distanza coperte in un certo lasso di tempo, basato su miglia nautiche. Si misura con l’Anemomtro.
1 nodo = 1 miglio nautico per ora. 1 nodo = 1.15 mph.
North: Un costruttore di aquiloni gonfiabili.
Nose:  Letteralmente naso, dicesi in genere della punta/prora della tavola.
Nosebone: Una figura in cui il kiter, durante il volo, porta un ginocchio al petto ed estende l'altra gamba dritto di fronte a lui.
Nylon: I nylon sono disponibili in molte tipologie e varietà, l’unico adatto al kite è lo Spinnaker nylon.

O

Off the wind: Navigare con il vento che proviene da dietro, andatura di poppa.
On shore: Condizione di vento dritto da mare (perpendicolare alla spiaggia).Condizione
difficile da affrontare. Solo per esperti.
Off shore: Condizione di vento dritto da terra (perpendicolare alla spiaggia).Condizione
assolutamente pericolosa per chiunque. Da evitare assolutamente!
Orzare: Dirigersi verso la direzione da cui proviene il vento.

P

Pads: Tappetini di gomma speciale incollati sulla tavola la dove i piedi s'infilano nelle straps, atti ad evitare di scivolare e ad ammortizzare i colpi nell’atterraggio dai salti.
PFD: Acronimo di Personal Flotation Device, il giubbotto di salvataggio.
Pig tail: È il nome delle cimette che scendono dai tips dell’aquilone e alle quali attaccate i cavi.
Pinna o  Skeg: Dette anche pinnette, realizzate generalmente in vetroresina o in carbonio, fissate sotto la tavola, aiutano a dare ad essa stabilità e direzione. In inglese Fin.
Planing: Planata, quando la tavola sta andando abbastanza veloce da "balzare" sulla superficie dell'acqua, è come se si creasse la propria strada attraverso l'acqua.
Poggiare: Dirigersi verso la direzione da cui proviene il vento.
Point of sail: La direzione di una tavola o di una imbarcazione rispetto al vento. Quando state navigando il più possibile verso il vento, il vostro punto di navigazione è detto di bolina. Altri punti sono chiamati: bolina larga, al traverso, al lasco.
Pointing: Andare sopravento, bolinare. Una tavola che bolina bene è quella che va verso il vento con un angolo migliore rispetto alle altre.
Poliestere: È una fibra molto utilizzata per tessuti e laminati da vela e Kite.Ottima resistenza ai raggi ultravioletti e alla piegatura.
Poliuretano Espanso: Schiuma bicomponente . Può essere mescolata a mano, meglio se con l'ausilio di un miscelatore applicato al trapano. Ha  un tempo di reazione molto breve (meno di 1 minuto). La temperatura ideale per la lavorazione è di 25°. Densità: 33 kg/m³.
Poppa: Parte posteriore della tavola. Indistinguibile nelle tavole bidirezionali.
E’ anche una andatura velica (col vento in poppa).
Power Zone: La porzione al centro ed in basso della finestra del vento dove la trazione è più forte.
Prelinee: Cime di spessore maggiore che collegano i cavi al boma. Il materiale più utilizzato è lo Spectra.
Profile: Profilo, la sagoma di un ala.
Projected area: La superficie apparente di un aquilone durante il suo volo, diversa dalla superficie dell'aquilone quando giace dispiegato e disteso a terra. La superficie che l'aquilone presenta al vento durante il suo volo.
Prua: La parte anteriore della tavola.
Pump Leash: Cimetta che assicura il kite alla pompa mentre si gonfia la leading edge, l’ala rimane dunque vincolata e non sfugge via a causa del vento.


Q

Quick Release, QR: Un sistema che permette al kiter di sganciare qualcosa quando necessario. Per esempio, la maggior parte dei moderni aquiloni ha un QR che in emergenza permette di disconnettere velocemente il chicken loop.
Quad line, 4 line: Aquilone che vola con 4 linee. Avere 4 linee ha il vantaggio di poter regolare la AOA dell'aquilone e consente manovre diverse dal solo far girare l'aquilone a destra od a sinistra.

R

Range di vento: Gamma di vento ideale per una determinata ala.
Rail: È il bordo della imbarcazione/tavola. Un bordo arrotondato è detto soft rail ,un bordo morbido, mentre uno con spigolo più vivo e di forme più nette è detto hard rail. Bordi inferiori della tavola, influenzano il comportamento della tavola.
Raley: Una figura nella quale il kiteboarder salta in aria estendendo il corpo oscillando la tavola davanti a lui ad un livello superiore alla sua testa.
Ram Air Kite: Aquiloni senza una struttura rigida. La sagoma dell'aquilone viene presa e si forma durante il volo. La sagoma di questi aquiloni è molto simile ad un'ala di aereo e per questo sono gli aquiloni più aerodinamici. Chiamati anche closed cell foil, questi aquiloni hanno un certo numero di entrate per l'aria che dargli forma e valvole ad una via, di non ritorno, che prevengono la fuoriuscita dell'aria.
Reaching: Navigare con il vento che proviene di lato (navigare attraverso il vento). Se il vento proviene proprio dal fianco l'andatura è detta al traverso (beam reach). Se la tavola è puntata verso la direzione da cui proviene il vento è detta di bolina (close reach). Se il vento proviene più da dietro che non di fianco, l'andatura è detta al lasco (broad reach).
Reflex Strut: Nelle misure grandi gli struts hanno una maggior curvatura per creare una diminuzione di pressione nel bordo d'uscita (trailing edge) per garantire maggiore stabilità al profilo.
Relaunch: Rilancio, iniziare a far volare di nuovo l'aquilone. E' preferibile avere un aquilone che il kitesurfer può rilanciare dall'acqua dopo una caduta.
Right-of-Way: Diritto di precedenza. Un natante right-of-way è una imbarcazione che ha la precedenza sulle altre in caso di rotte di collisione e pertanto è quella che ha il diritto di mantenere la sua rotta. Di solito una imbarcazione a vela con il vento dal suo lato destro ha diritto di precedenza su quelle che ricevono il vento sul lato sinistro.
Ripstop: Rip = strappo, si riferisce ad un tessuto con dei quadrati di rinforzo, spesso cordoni cuciti o rinforzi di fibra sulla tela dell'aquilone, che rendono la velatura resistente agli strappi. Uno strappo della tela si fermerà in corrispondenza di uno di questi rinforzi.
Roast beef: Una figura nella quale un kiteboarder salta e afferra la tavola al centro dietro tra i piedi.
Rocker: La curvatura sotto la tavola. Il suo valore definisce l'entità della curvatura della prua e della poppa della tavola. Una tavola abbastanza piatta non ha un elevato valore di rocker.

S

Scarroccio: Fenomeno di scivolamento laterale della tavola con poco vento nelle andature di traverso e di bolina, ridotto dalla presenza delle pinnette.
Scotta: Cima o corda.
Scudding: Lasciarsi trascinare dall'aquilone attraverso la spiaggia stando sui propri piedi.
Self- Relaunch: Manovra/tecnica di rilancio dell’ala quando il kite cade in acqua. Manovra/tecnica che consente di far decollare, in spiaggia, il kite senza assistenza, in genere bloccando il kite su un lato con della sabbia.
Shaper: Un costruttore di tavole, colui che gli da la forma, il una piccola catena di produzione è chi costruisce le tavole a mano.
Sheeting out/in: Sheeting out significa diminuite la tensione sulle linee che portano al bordo dell'aquilone in modo da diminuire l'angolo di attacco della velatura (AOA) e quindi ridurre la potenza dell'aquilone. Lo Sheeting in ha l'effetto opposto.
Shroud Lines: Nome con cui vengono talvolta chiamate le briglie.
Side Shore: Condizione di vento parallelo alla spiaggia, poiché il vento e la corrente non
portano a riva, in caso di emergenza occorre nuotare, quindi non allontanarsi troppo.
Side On Shore: Condizione ideale per divertirsi col massimo della
tranquillità. Vento da mare, ma più o meno inclinato.
Side Off Shore: Condizione molto sconsigliata, utilizzabile solo da esperti con presenza di barche appoggio o di soccorso. Vento da terra più o meno inclinato.
Sine wave: Far volare l'aquilone in alto ed in basso al limite della finestra del vento per generare una maggiore velocità relativa e quindi una maggiore potenza.
Single Strut: La tecnologia costruttiva convenzionale convenzionale usa le "struts segmentate" per creare un profilo curvo. La tecnologia Single Strut invece utilizza un unico pezzo di tessuto per dare forma alla strut a mantenere una perfetta forma del profilo. Questa innovativa costruzione rende le struttura del kite più leggera e resistente.
Single-Point Attachment Struts: Il punto singolo di aggancio delle struts permette alla struttura del kite di scaricare meglio le raffiche di vento. Questo favorisce il rider nel creare un miglior feeling con il kite e aumenta il range di depower dell'ala. Il singolo punto di aggancio inoltre facilita il ridecollo dall'acqua consentendo al kite un facile ribaltamento nelle operazioni per la ripartenza.
Sining: Il movimento di Sining dell'aquilone significa che lo sto movendo su un percorso ad onda sinusoidale (su e giù) per generare vento apparente e creare potenzar.
Sleeving: Maniche, corte maniche (dette anche calze) protettive che coprono la parte terminale delle linee ed aiutano a prevenire sforzi e logoramenti.
Slogging: Movimento lungo e lento con la tavola non in piena planata.
Snap shackle: Uno shackle metallico che può essere aperto tirando un meccanismo di sgancio.
Soprainvelato: Situazione in cui Kiter ha il kite troppo potente per il suo livello di abilità, peso, forza, e/o condizioni di vento.
Sottoinvelato: Situazione in cui il Kiter ha il kite non sufficientemente potente per il suo livello di abilità, peso,
forza, e/o condizioni di vento.
Sopravento: Lato della tavola posto dalla parte o bordo dalla quale proviene il vento, ed ogni oggetto posizionato in quella zona ed oltre.
Sottovento: Lato della tavola posto dalla parte o bordo opposto rispetto a quella dalla quale proviene il vento, ed ogni oggetto posizionato in quella zona ed oltre.
Span: La grandezza dell'aquilone, la taglia dell'aquilone misurata rispetto al corretto angolo del vento.
Spar: Bacchette usate come telaio dell'aquilone. Una costola è uno spar.
Spectra®: È conosciuto in Europa come Dyneema. E' il materiale standard per le linee di volo. E' scivoloso e permette avvitamenti multipli delle linee senza perdere il controllo dell'aquilone, resiste alle forti trazioni.
Spin: Una figura in cui il kiter ruota una o più volte durante un salto. Uno spin si ha per una rotazione su un asse verticale e può essere una rotazione in avanti o indietro.
Spinout: Quando le derive della tavola perdono la "presa" nell'acqua o stallano, causano lo scivolamento di lato della poppa della tavola.
Spot: Luogo ideale per la pratica del kitesurf.
Spreader bar: La barra di metallo che sta di fronte al trapezio di un kitesurfer. In genere è dotata di un gancio per trattenere la fune dell'imbracatura o di un chicken loop.
Stall: Si dice che l'aria stalla quando inizia a  staccare dalla superficie lungo la quale sta fluendo. un aquilone in stallo perde portanza e cade.
Starboard tack: Cambiare bordo con il vento che arriva dal lato destro dell'imbarcazione.
Starboard: Il lato destro della imbarcazione, visto dalla prospettiva di una persona che sta guardando in avanti, verso prora. Tribordo, l'opposto di babordo.
Strambata: Il movimento durante il quale il kiter cambia la direzione di andatura. Il Kiter passa da una situazione mure a dritta a una situazione mure a sinistra, o viceversa.
Straps: Cinghie avvitate sulla coperta della tavola ove vanno inseriti i piedi, sono necessarie per controllare e dirigere la tavola.
Stretch: La lunghezza di cui si allunga non permanentemente una linea quando è sottoposta ad uno sforzo. Le linee in  Spectra hanno un allungamento ridotto, in kevlar poco di più, in nylon ancora di più. Lo Stretch influenza le capacità di risposta dell'aquilone e l'entità dei sui movimenti ai comandi.
Strozzascotte: Particolare dispositivo con rilievi, posto nel passaggio terminale di carrucole e simili, atto a bloccare le scotte e le cime.
Struts: Termine inglese usato in riferimento alle stecche degli aquiloni gonfiabili. In un aquilone ci sono dai 4 ai 7strut. Sono "strutture", gonfiabili, sul corpo della vela  che gli danno la giusta forma.

T

Table top:Una mossa flashy che può essere fatta durante un salto. Rimanendo agganciati più o meno a testa in giù con la vostra tavola piatta e sopra di voi.
Tack: La direzione in cui si sta navigando, normalmente sia con vento dal lato sinistro che dritto. Cambiare direzione, facendo un bordo, girando sopravento. E' l'opposto di una strambata che è fatta girando sottovento. Questa manovra è fatta generalmente quando si prova a risalire il vento perchè in questo modo si perde molto meno terreno, girando, rispetto alla strambata (c'è meno deriva sottovento).
Teabagging: Il kitesurfer spesso cade all'indietro nell'acqua a causa di stracche di vento o di venti deboli, come una bustina di te viene ripetutamente inzuppato.
Thermal wind: Vento termico, aria fredda sul mare e aria calda sulla terra causano una pressione differenziale che genera il vento.
Tips: Estremità dell’ala cui si collegano le linee provenienti dal boma.
Toeside: Lato dita, stare sul bordo della tavola dal lato dove avete l'alluce (opposto al heelside - lato calcagno). Generalmente fatto sulle wakeboard. E' la stessa tecnica dello snowboarding.
Traction kite: Un aquilone abbastanza grande da tirare un veicolo su terra, neve, ghiaccio o acqua. questo tipo di aquilone è detto aquilone da trazione.
Trailing edge, TE: Il bordo di uscita dell'ala, il bordo posteriore dell'aquilone tra le due estremità dell'ala. Può essere chiamato anche "leech" (caduta poppiera).
Trapezio: Accessorio a forma di imbracatura costruito per poter scaricare la forza di trazione della vela direttamente sul corpo ed opporsi alla stessa con il proprio peso, alleggerendo le braccia e trasferendo la potenza dell’ala alla tavola. I I più comuni sono quelli a fascia (intorno alla vita) o quelli a seggiolino (intorno alle anche e alle gambe). In inglese harness.
Traverso: Andatura nella quale si viaggia più o meno a 90° rispetto alla direzione del vento.
Trim line: È la linea che va dalla parte frontale delle estremità alari all'anello posizionato al centro della barra di controllo. Regolando la sua lunghezza si regola il "trim" o angolo di attacco (AoA) dell'aquilone. Cambiando questa regolazione si può modificare lo AOA per avere più potenza o ridurre lo AOA per averne mero.
Trim: Significa settaggio della vela e della tavola (passo delle strap), il corretto trimmaggio fa navigare con il miglior equilibrio fra i vari elementi dell'attrezzatura.
Trimmaggio: Operazione di regolazione dei cavi frontali (front lines) e/o laterali (back lines) al fine di modificare l’angolo di incidenza dell’aquilone rispetto al vento. La regolazione viene effettuata variando la lunghezza reciproca dei cavi attraverso o la cima/fettuccia del de-power, o lo spostamento degli attacchi dei cavi stessi sui pig tail dell’aquilone.
True wind: Il vento così come è sentito da una persona che non è in movimento.
Tubolari: I tubi esterni del kite. Ospitano al loro interno le camere d’aria gonfiabili (bladder),
che, una volta gonfiate, formano la struttura del kite.
Turning Speed: Velocità di rotazione del kite, grazie al  profilo e ai tip (le orecchie del kite). O  meglio  velocità di virata o reattività (reattività : risposta +/- veloce dell’ala ai comandi dati al boma), velocità nel tempo di risposta ai comandi.
Twin tip, TT: Una tavola che si comporta allo stesso modo in entrambe le direzioni, simile ad una wakeboard. In genere si riferisce ad una tavola che è un'incrocio tra una wakeboard ed una tavola direzionale (wakeboards è chiamata genericamente solo  wakeboards). Una tavola del tipo twin tip è tipicamente lunga da 120 a 160 cm circa.

U

Unhooked, hooked out: La barra di controllo non è connessa all'imbracatura, il kitesurfer ha tutta la forza dell'aquilone sulle proprie braccia, serve per eseguire determinate manovre aeree.
Upwind: Andare sopravento, risalire il vento, andare nella direzione del vento, bolinare.

V

VAOAS: Acronimo di Variable Angle of Attack System, Sistema di Attacco ad Angolo Variabile. Un sistema di regolazione per aquiloni foil.
VARC: Aronimo di 'Variable Aspect Ratio Concept'. Un modello di aquilone gonfiabile.
Vento Apparente: Somma vettoriale di vento reale e vento d’avanzamento.
Vento d’Avanzamento: È il vento che “sentiamo” ,quando, in assenza assoluta di vento,
corriamo in qualsiasi direzione. Ha intensità pari alla velocità della nostra corsa e
direzione opposta ad essa.
Vento Rafficato: Quando il vento non è regolare e varia di intensità.
Vento Reale: È il vento che “sentiamo” in assoluta immobilità. Ha intensità e direzione
definite l’una in nodi e l’altra con i 4 punti cardinali e i loro intermedi.
Es: 10 nodi NNO (nord-nordovest) come dire circa 4-5m/s da 340°bussola.
VMG, Velocity made good: E' la velocità verso una direzione definita e cioè la velocità del mezzo dopo la correzione di alcuni fattori come corrente e scarroccio. E' la componente della propria velocità nella direzione di movimento desiderata. Per esempio, andando a 45° sotto vento a 14 nodi si ha la stessa VMG verso la direzione del vento di chi va direttamente sottovento ad una veocità di 10 nodi.


W

Wakeboard: Qualsiasi wakeboard può essere usata per come tavola da kitesurf. Ha 2 calzari fissati su di essa come uno snowboard, i binding. Una wakebaord ha una lunghezza tipica di 140 ÷ 150 cm circa.
Wake Style: Espressione coniata da Lou Wainman e Elliot Leboe per indicare uno stile di navigazione e un insieme di evoluzioni che prendono ispirazione direttamente da tutto ciò che, tipicamente, viene fatto nel wakeboard; si sfrutta quindi la combinazione di forze che deriva dalla trazione orizzontale (e non più verticale) del kite e dall’opposizione alla trazione stessa con il bordo sopra vento della tavola.
Water start: Partire in acqua profonda stando distesi sulla schiena e facendosi tirare dall'aquilone sulla tavola.
Wave: Letteralmente onda in inglese, si dice anche della specialità nella quale si surfano le onde (waveriding) o si saltano (wave jumping).
Waveride: Serfure un'onda come un serfer durante il kiting.
White caps: Onda dalla cresta spumeggiante .
Wind range: Usato per descrivere la gamma dei venti nei quali un aquilone può volare bene. In genere espressa in nodi o in scala Beaufort.
Wind Window: “Finestra di Volo” è il volume di spazio nel quale l'aquilone può volare, ha la forma di un quarto di sfera. Per il suo uso pratico, la finestra del vento è l'area che potete  vedere con i vostri occhi quando siete rivolti sottovento (90° sulla sinistra, 90° sulla destra, e dritto sopra la testa).
Windward: Nella direzione da cui proviene il vento. Opposto di leeward (nella direzione in cui va il vento).
Wing Span: La dimensione massima di un aquilone spesso presa tra i due estremi dell'ala.
Wing: Un termine usato talvolta per indicare l'aquilone.
Wingtips Gonfiabili: Le wingtips gonfiabili aiutano il galleggiamento del bordo d'attacco del kite in acqua, e facilitano il rilancio. Inoltre quando metterete il kite nella sacca le wingtips risulteranno meno ingombranti e più leggere.
Wipika: Il costruttore Francese dell'originale aquilone gonfiabile (camere d'aria) sviluppato da leggendari pionieri del kite boarding, Dominique e Bruno Legaignoux. Il loro fu il primo aquilone rilanciabile dall'acqua. I capostipiti del kitesurf.
Working the kite: Fare con l'aquilone un percorso ad 8 o ad onda sinusoidale per generare maggiore potenza aumentando il vento apparente sull'aquilone. Con venti lievi può essere veramente utile "far lavorare l'aquilone" (work the kite).
Wrist Leash: Un laccio di sicurezza collegato al polso o al trapezio, che permette di togliere potenza all'aquilone lasciando andare (mollando) la barra di controllo.  Quindi potrete recuperare la barra di controllo e l'aquilone. Se la barra di controllo viene strappata dalle vostre mani, il laccio di sicurezza tirerà una delle linee causando l'appiattimento dell'aquilone e una riduzione di potenza. La parte terminale del laccio di sicurezza è in genere collegata a 3 m (10 piedi) dall'inizio di una delle linee.

Z

Zenith: Nel cielo, è il punto più alto sopra la vostra testa

 

 

 



WINDREPORT:

 

©2006 Kite-tecnica.it - Franco Russo
Web design by Mario Rubbino