Home



Franco Russo Istruttore ISA
Stand up Paddle

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player


 

 

 

 

La nostra Ala … “Precauzioni”

attention.gif (format web)

Molto abbiamo fatto per imparare questo sport…
Molto abbiamo fatto per comprarci la nostra prediletta attrezzatura…
Molto abbiamo fatto per accumulare uscite su uscite tra capitomboli e poi trick spaziali… e allora…

adesso teniamola bene la nostra amata ala, pulizia e la tenuta in “ordine” del nostro kite è:

SICUREZZA - CONTROLLO - EFFICIENZA - DURABILITÀ - RISPARMIO

Non far fileggiare la vela

Il modo migliore per mantenere la resistenza e la forma delle nostre ali è quello di ridurre il più possibile il fileggio in spiaggia a secco, provocato dal vento.
Il fileggio e lo sbattere dell’ala deteriorano le proprietà del tessuto, è quindi molto importante cercare di evitarli in ogni modo.

Non superare il limite di forza-vento consigliato

Usare le ali oltre il limite di forza-vento per il quale sono state progettate provoca un rapido deterioramento della loro forma, atteniamoci al range di vento consigliato per quella metratura.

Non sottoporre la vela a sfregamento

Lo sfregamento è un altro nemico del kite: se viene trascinata spesso contro parti taglienti si possono causare danni o usura.
Per prolungare la durata dei kite è necessario quindi evitare il più possibile lo sfregamento (non trascinare le ali sulla sabbia o superfici ruvide). Qualora proprio non si possa evitare, fare il possibile per ridurre l’attrito al minimo (interponendo materiali protettivi tra l’ala e le superfici di contatto).

Proteggere i kite dalla luce solare

La luce solare diretta può deteriorare il tessuto.
Quando le ali sono inutilizzate è consigliabile riporle in un posto protetto dalla luce solare diretta. Metterle sempre nella loro sacca ben piegate ed asciutte.

Conservare le ali asciutte e ripiegate

Quando le ali non vengono usate riponetele perfettamente asciutte, prive di sale e piegate con cura nella loro sacca.
È consigliabile non piegarle sempre con la medesima modalità, bensì variare periodicamente il senso della piegatura, seguendo questa accortezza eviterete pieghe marcate e soprattutto il rischio di usurare

il tessuto. Attenzione alle parti dure come le clips che servono a chiudere i tubicini di collegamento con gli strut nelle ali one-pump, carrucolette degli imbrigli.
È fondamentale che siano completamente asciutte, altrimenti i colori scuri potrebbero macchiare quelli più chiari e l’umidità potrebbe favorire lo svilupparsi di muffe.

Come prevenire il formarsi della muffa

Accertatevi che le ali prendano aria regolarmente, soprattutto se umide. Quando inoperosi e sapendo che l’ala è umida, mettetela al sole ad asciugare per almeno un’ora.
L’esposizione alla luce solare può essere utile allo scopo di asciugare le ali ed eliminarne l’umidità,
ma l’eccessiva esposizione può causare altri tipi di problemi.
Non riponete mai la vostra ala se ancora umida e sporca di sale (il sale attrae e trattiene l’umidità) e conservatela sempre in un ambiente asciutto.

Consigli utili

1 - Raggi ultravioletti
Non esporre inutilmente ala, barra e cavi ai raggi UV, non lasciateli sotto il sole per lungo tempo.

2 - Acqua marina
Barra e cavi sono testati per resistere all’acqua marina. Tuttavia lavateli dopo ogni uso con acqua dolce abbondante (senza strofinare) e lasciateli poi asciugare all’ombra.
Se l’ala è caduta in mare alla prima favorevole occasione lavatela con acqua dolce.

3 - Sabbia
La sabbia è dannosa/abrasiva per barra e i cavi, sciacquare abbondantemente con acqua per rimuoverla.

4 - Condensa
Se barra, ala e cavi sono conservati bagnati ed in un luogo umido e caldo potrebbe formarsi la muffa che lascia delle macchie nere e sgradevoli. La condensa può inoltre causare la perdita di colore, meglio far asciugare i tutto in un luogo ombreggiato e ventilato, prima di riporre il tutto in una sacca.

5 - Pulizia
Pulite barra, ala e cavi solamente con acqua. L’uso di prodotti chimici potrebbe indebolire i tessuti e invalidare la garanzia.

6- Controllo operativo
Periodicamente controlliamo l’integrità del tessuto, il velcro e i tappi delle valvole, l’integrità dei tubicini agli strut, le linee della barra, le bocche di lupo, la funzionalità delle sicurezze.

 



WINDREPORT:

 

©2006 Kite-tecnica.it - Franco Russo
Web design by Mario Rubbino