Home



Franco Russo Istruttore ISA
Stand up Paddle

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player


 

 

 

 

IL DIARIO DEL SURFER


Premessa

Le ragioni per cui risulta utile tenere il “Diario delle uscite” sono molteplici e tutte molto valide, sopratutto se si desidera progredire in questo meraviglioso sport acquatico.

Il Diario è uno strumento che ci permette di programmare i nostri obiettivi (per esempio fare una nuova manovra) e controllare i nostri progressi (… oggi ho fatto delle andature Fakie perfette) nonché capire verso quale disciplina siamo più predisposti (wave, freestyle, hang time ecc.) e soprattutto quale attrezzatura è necessario acquistare, sia per gli spot che frequentiamo più assiduamente (intensità del vento, onda) e sia che tipo di rider siamo, se più da conduzione, da onda o da trick estremi.

Scopi

Tenere un diario d’allenamento costantemente aggiornato ci consente di acquisire un certo numero di informazioni e precisamente:

  • Avere una statistica della quantità e della qualità delle uscite in Kitesurf e Windsurf;
  • Rendersi conto quale attrezzatura si è usata maggiormente;
  • Avere ben chiaro quali spot si è frequentati maggiormente, con quale attrezzatura, con quali risultati e quanti chilometri abbiamo percorsi;
  • Quante sono le uscite soddisfacenti e quelle no e il perché;
  • Quante e quali manovre/trick si sono fatte e dov’è necessario migliorare;
  • Quanto tempo si è trascorso in mare nelle varie situazioni.

Tutto ciò si traduce nel:

  • Poter valutare i progressi fatti e concentrarsi di più sulle manovre meno riuscite, carenze di conduzione e trick malriusciti;
  • Decidere quale spot preferire per condizioni, divertimento e distanza da casa (tempo in macchina);
  • Capire quale equipaggiamento è preferibile acquistare in funzione allo spot frequentato e alle nostre migliori attitudini (freeride, wave, trichettaro ecc.). Magari risparmiando sull’inutile acquisto di attrezzature non prevalentemente utilizzate;
  • Quantizzare quanto tempo si è dedicato al kitesurf - Windsurf, quanti Km percorsi (consumo carburante … hai hai!!).

Praticamente un continuo screening su tutta l’attività, un monitoraggio che si palesa in efficienza dell’attrezzatura adoperata/comprata, conoscenza dei punti deboli per migliorare e progredire (andare avanti e in dietro sul mare non è certo lo scopo del Kitesurf - Windsurf !!).

La valutazione dei dati trascritti può avvenire sia su basse mensile che annua, sta a voi scegliere quando … tirare giù le somme, e si, si tratta di numeri ma che numeri, da circo, il vostro Barnum acquatico.

Modalità di compilazione

Il Diario” và tenuto a portata di mano (in macchina), aggiornato subito dopo l’uscita in mare e senza tralasciare alcuna parte, compilando ogni voce come descritto nel corso di questo articolo.   
Sono sufficienti soltanto pochi secondi per registrare quanto fatto durante il training in mare. Basta procurarsi una vecchia agenda o un quaderno o adoperare la scheda allegata all’articolo.

Scrivete:

Data, tempo trascorso in mare, segnate il tipo di attrezzatura impiegata (dimensioni  di tavola – ala ecc), annotate i nodi di vento presenti (rilevati con un buon anemometro), indicate i Km percorsi, lo spot, e se volete un telegrafico giudizio su  tutta la session.

Per quanto riguarda le manovre/trick scrivete sia la denominazione che qualche breve commento su come siete andati. Per la qualità dell’uscita potete usare i termini sotto elencati:

  • Normal =  planatine, vento medio, mare calmo ;
  • Good = planata piena, vento sostenuto, salti, chop, ottima conduzione;
  • Speed = planata piena, vento molto forte, mare piatto, velocità, salti  molto alti;
  •  Trick = manovre e figure;
  • Wave = uscita tra e sulle onde. 

Il Diario” è ovviamente personalizzabile chiunque lo può adattare alle proprie esigenze come uscite al lago, test di nuove attrezzature per decidere cosa è meglio comprare,  giornate mitiche, ecc.

Non siate pigri, anche se pieni di sabbia e stanchi o infreddoliti con il pensiero fisso alla doccia calda da fare a casa, due minuti ben spesi vi faranno poi decidere ... e mò ke faccio co sta vela ?? e mò dove andiamo la prossima volta ??

CLIKKA QUI > SCARICA LA SCHEDA DEL DIARIO IN PDF

Buona ... scrittura!

 

 



WINDREPORT:

 

©2006 Kite-tecnica.it - Franco Russo
Web design by Mario Rubbino